Gramellini a RBN: “De Ligt via ad un patto. No a Suarez. Tifosi? Troppa negatività”

Gramellini a RBN: “De Ligt via ad un patto. No a Suarez. Tifosi? Troppa negatività” TUTTOmercatoWEB.com
martedì 14 giugno 2022, 17:55Podcast
di Quintiliano Giampietro

L'annuncio di Pogba è atteso per i primi giorni di luglio. Nel frattempo pare allontanarsi Di Maria, possibile virata su Gabriel Jesus. Diversi top club europei vogliono De Ligt, torna d'attualità il nome di Suarez.  Questi alcuni dei tanti gli argomenti trattati in ESCLUSIVA a Fuori di Juve da Luca Gramellini, opinionista e blogger.

Rispetto a De Ligt, si sta discutendo del possibile rinnovo contrattuale, ma l'entourage del giocatore chiede l'abbassamento della clausola, oggi fissata intorno ai 125 milioni di euro. Questo il Gramellini pensiero: “Nel 2001 la Juve cedette Zidane, premetto che oltre a strapparmi il cuore dal petto, Moggi aveva già impostato le trattative con giocatori importanti. Quindi se una società si presentasse con 125 milioni cederei il centrale olandese, a patto però che la Juve avesse già individuato gli elementi con cui rinforzare un'ossatura ancora più consistente di quella attuale. La cifra sarebbe importante, il giocatore non si discute nonostante un finale di stagione sottotono rispetto alla fase iniziale di un'annata in cui comunque la Juve non ha fatto bene. Quindi lo darei via solo se ci fossero sostituti all'altezza. Almeno due centrali difensivi perché la squadra ha perso Chiellini, poi bisogna rafforzarsi sugli esterni d'attacco e la società è alla ricerca di un terzino sinistro. Tutto dipende dai movimenti della dirigenza che mi dicono si stia muovendo a fari spenti, ma abbia intenzioni <bellicose>. Dobbiamo aspettarci una Juve molto competitiva”.

L'intervento integrale nel podcast