Marocchino a RBN: “La Juve competerà con le altre big, ma al momento la situazione infortuni mi preoccupa”

Marocchino a RBN: “La Juve competerà con le altre big, ma al momento la situazione infortuni mi preoccupa”TUTTOmercatoWEB.com
venerdì 19 agosto 2022, 16:32Esclusive
di Alessio Tufano

Ai microfoni di Radio BiancoNera, nel corso di “La Juve in Gol”, Domenico Marocchino ha commentato l'avvicinamento della Juventus al match contro la Sampdoria: “La rosa al completo è sicuramente competitiva, ma al momento sono piuttosto preoccupato per la situazione infortuni. Di sicuro la Juve deve competere per il titolo e se la giocherà con le altre pretendenti, ma in una stagione lunga e particolare come questa le varianti possono essere tante e un pizzico di fortuna può far pendere la bilancia da una parte o dall'altra”. Al momento la fortuna non sta sorridendo ai bianconeri però, privati subito di Di Maria, un giocatore che riceve tutto l'apprezzamento di Marocchino: “Rappresenta la libertà nel calcio, la possibilità di fare qualsiasi cosa, di certo non è un giocatore omologabile agli altri, come per certi versi era anche Dybala. Su Paulo qualche rimpianto rimane sempre, ma alla fine la società avrà avuto le proprie motivazioni per scegliere di lasciarlo andare, inutile recriminare o fare congetture in proposito”. Chi la Juve non vedrà andar via è invece, con ogni probabilità, Rabiot: “A me il francese piace e questo pensiero lo condividono con me tanti ex giocatori, mentre spesso è oggetto di critiche da parte di stampa e tifosi. Ovvio che se la Juve aveva deciso di cederlo lo faceva per poter inserire un altro elemento, nel mercato non si può sempre comprare”. Infine un pensiero sull'arrivo di Paredes, che magari non sarebbe necessario se la società trattenesse un giovane come Rovella: “Dipende da quelli che sono gli obiettivi e i tempi prefissati per raggiungerli, se si vuol costruire una squadra in grado di vincere da subito devi puntare su uno come Paredes, i giovani vanno gestiti ed inseriti gradualmente”.