Moggi a RBN: “Henry si concentri sul ruolo di dirigente. Non gli mancai di rispetto, lo mandai all'Arsenal dove ha fatto una grande carriera, dovrebbe ringraziarmi”

Moggi a RBN: “Henry si concentri sul ruolo di dirigente. Non gli mancai di rispetto, lo mandai all'Arsenal dove ha fatto una grande carriera, dovrebbe ringraziarmi”TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Stefano Porta/PhotoViews
mercoledì 31 agosto 2022, 16:17Esclusive
di Alessio Tufano

Nel corso del suo intervento a “Cose di Calcio” su Radio BiancoNera, Luciano Moggi ha commentato anche le parole rilasciate ieri da Thierry Henry, che in fase di presentazione come nuovo azionista del Como aveva detto che non avrebbe mai lasciato la Juventus se non fosse stato per una persona, riferendosi probabilmente proprio all'ex direttore generale: “Henry non aveva le caratteristiche che servivano a quella Juventus, lo testimonia il fatto che nemmeno Ancelotti lo vedeva, era una Juve che non giocava di rimessa mentre lui, che a quei tempi era ancora un ragazzino, proprio nelle ripartenze dava il meglio di sé. Per lo stesso motivo andò via Roberto Baggio, non certo uno qualunque, ma poi i risultati della squadra hanno dato ragione al sottoscritto. Dice che gli ho mancato di rispetto? Non so cosa intenda dire, io gli ho semplicemente detto che quella squadra non aveva bisogno di un giocatore con le sue caratteristiche, questo non è mancare di rispetto, l'ho mandato all'Arsenal dove ha fatto una straordinaria carriera, probabilmente dovrebbe ringraziarmi invece di parlare tanto. É tempo che inizi a pensare a quello che sta facendo, si concentri sul compito da dirigente e cerchi di fare meglio di ciò che ha fatto come allenatore, ruolo in cui non ha combinato nulla”.