Saccone a RBN: “Le tournée estive non consentono una preparazione ottimale ma sono inevitabili, portano introiti troppo importanti”

Saccone a RBN: “Le tournée estive non consentono una preparazione ottimale ma sono inevitabili, portano introiti troppo importanti”TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Luca Di Leonardo
martedì 9 agosto 2022, 15:57Esclusive
di Alessio Tufano

Con il precampionato, e la famigerata tournée estiva, ormai alle spalle, nel corso di “Cose di Calcio” su Radio BiancoNera, è intervenuto proprio per parlare di preparazione Corrado Saccone, preparatore atletico di grande esperienza che ha lavorato, fra le altre, per il Napoli tra il 2011 e il 2016: “Sicuramente la preparazione classica, che inizia affrontando squadre di terza o seconda fascia e poi a ridosso del campionato presenta test più probanti è consigliata rispetto alle torunée. Nel secondo caso infatti, le squadre si trovano subito contro avversarie di livello e di blasone, è normale che i ritmi siano più alti e magari, ad inizio preparazione, questo può essere controproducente per i giocatori, ma così è come funziona il calcio oggi, non ci si può fare nulla. Le tournée portano incassi anche importanti alle squadre, per cui sta a noi preparatori trovare nuove strade per adattare la preparazione a ritmi diversi da quelli che c'erano dieci anni fa”. Quest'anno poi, con il Mondiale invernale, la Serie A avrà una sfida in più: “Non siamo abituati ad una sosta del genere, probabilmente ci si rifarà alla preparazione dei campionati dell'est Europa, dove, durante l'inverno i tornei si fermano e si lavora ad una sorta di doppia preparazione, con quella invernale che funge da richiamo di quella estiva”.