Podcast

Gamba a RBN: “John Elkann sta con Allegri, ma permanenza incerta. Chiesa? Via se...”

Gamba a RBN: “John Elkann sta con Allegri, ma permanenza incerta. Chiesa? Via se...”
martedì 20 febbraio 2024, 10:30Podcast
di Quintiliano Giampietro

Emanuele Gamba (La Repubblica) ospite a "Fuori di Juve"

Il pareggio di Verona ha acuito la crisi. I bianconeri hanno mantenuto il secondo posto, ma le quinte in classifica hanno ridotto a 9 i punti di ritardo, facendo scattare un piccolo allarme in chiave qualificazione alla Champions League. Domenica contro il Frosinone servirà una scossa per uscire dal tunnel. Possibile il cambio di modulo o di qualche elemento nella formazione titolare. Allegri tra campo e futuro, John Elkann starebbe dalla parte del tecnico. Thiago Motta resta in pole position in caso di separazione a fine anno. Altro argomento caldo Chiesa, i cui rapporti con il tecnico non sono idilliaci e a giugno non è escluso venga messo sul mercato. In ESCLUSIVA a Fuori di Juve il giornalista de La Repubblica Emanuele Gamba.

Nelle ultime quattro due soli punti conquistati dalla Juve. Analizza la crisi bianconera Gamba: “Come ogni crisi che capita nel periodo centrale della stagione, si tratta di una crisi reversibile, rispetto ad una squadra piena di risorse, stiamo parlando della Juve. Questo momento secondo me è solo l'altra faccia dello strepitoso cammino fatto fino ad un mese fa e che a mio avviso è stato sopravvalutato. Troppe partire sono state giocate in un certo modo, vittorie di misura, in alcuni casi rocambolesche, pochi tiri in porta. Tutto questo ha permesso di restare attaccata all'Inter senza magari averne le reali capacità,la squadra nerazzurra è molto più forte della Juve. Il giudizio quindi è stato inquinato da questi episodi. Gli stessi sono venuti in meno in queste gare negative, anzi c'è stato qualche episodio sfortunato, come per esempio l'espulsione di Milik contro l'Empoli, il gol subito con l?Udinese. La Juve si è trovata allo stesso modo, ma giocando come prima. Sta pagando il fatto di non aver costruito nulla a livello di gioco, affidato solo alla fase difensiva. Non si può vincere sempre di misura e all'ultimo minuto, come è successo in diverse occasioni. Io credo comunque che presto la squadra riprenderà il suo cammino, nella dimensione della zona Champions e con la possibilità di conquistare la Coppa Italia. Il bilancio delle co,pe e dei meriti è molto difficile da fare”.

Nel podcast l'intervento integrale