Camillo Demichelis a RBN: “Per Chiesa la riabilitazione richiederà ancora qualche mese, è importante che non forzi i tempi”

Camillo Demichelis a RBN: “Per Chiesa la riabilitazione richiederà ancora qualche mese, è importante che non forzi i tempi”TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
martedì 5 luglio 2022, 15:21Esclusive
di Alessio Tufano

Camillo Demichelis è stato ospite nel corso di “Cose di Calcio” su Radio BiancoNera per fare un resoconto dalla Continassa, con i primi giocatori che tra ieri ed oggi si sono rivisti nel centro tecnico juventino per il preraduno dedicato ai lungodegenti ed ai calciatori che non sono stati impegnati con le nazionali: “Mi focalizzo principalmente su due nomi, il primo è quello di Kaio Jorge, un ragazzo che è stato davvero sfortunato nel suo primo anno in bianconero, ha visto poco la prima squadra e quando è stato lanciato con l'Under 23 ha subito questo tremendo infortunio al ginocchio dal quale sta ancora recuperando. Voglio sottolineare però che il brasiliano mi è sembrato carico e soprattutto sta dimostrando a tutto l'ambiente la sua voglia di tornare in campo, ha lavorato quasi senza sosta anche durante il mese fi giugno e ce la sta mettendo tutta per rimettersi in forma il prima possibile. L'altro nome è ovviamente quello di Federico Chiesa che, concedetemi la battuta, ieri si è esibito nel primo dribbling della stagione cogliendo di sorpresa tutti noi giornalisti appostati all'ingresso principale del centro ed entrando da un altro ingresso. Anche il suo, come sappiamo è stato un infortunio gravissimo, ma tutti i tifosi lo aspettano con ansia. Nel corso dell'evento organizzato insieme a Save the Children qualche settimana fa, parlando della tabella di marcia per il recupero ha menzionato il mese di settembre, ma io mi permetto di consigliargli di non avere fretta, anche se tornasse ad ottobre non sarebbe un dramma, l'importante è che si riprenda al 100%, anche perchè la Juve con Pogba, Di Maria e se dovesse arrivare anche Zaniolo, sta inserendo in rosa giocatori che innalzano enormemente il tasso tecnico rispetto alla scorsa stagione, il che potrà permettere a Federico di lavorare tranquillamente e senza bruciare i tempi”.