Caputi a RBN: “Allegri un top. Il vantaggio della Juve sulla corsa scudetto. Contro il Napoli occhio al Var”

Caputi a RBN: “Allegri un top. Il vantaggio della Juve sulla corsa scudetto. Contro il Napoli occhio al Var” TUTTOmercatoWEB.com
mercoledì 6 dicembre 2023, 10:30Podcast
di Quintiliano Giampietro

"Massimo Caputi ( Giornalista )" ospite a Fuori di Juve.

I bianconeri preparano la sfida di venerdì sera contro il Napoli. Sul fronte arbitrale c'è qualche timore che ci siano risentimenti dopo le polemiche legate alla direzione di Massa nella sfida tra partenopei e Inter. Vlahovic atteso dalla prova del riscatto dopo quella deludente di Monza. Intanto la parola scudetto ormai è sdoganata alla Continassa, almeno da parte dei giocatori, malgrado Allegri e Giuntoli continuino a indicare la qualificazione in Champions League come obiettivo stagionale. Sul fronte del mercato, caccia al centrocampista, nel mirino di diversi club europei i giovani Iling Junior, Yildiz e Soulé. Tanti gli argomenti trattati in ESCLUSIVA a Fuori di Juve dal giornalista Massimo Caputi.

Juve seconda a-2 dall'Inter capolista. Una sostanziale rivincita per chi ha sempre sostenuto Allegri. Caputi è uno di questi: “Io ho sempre detto che Max è un grande allenatore e credo lo stia dimostrando. La Juventus ha una rosa di livello, in particolare tanta scelta in attacco, è vero che ha il vantaggio di non giocare le coppe, però se vediamo come Max abbia risolto il problema delle assenze, credo vadano riconosciuti i meriti di questo allenatore. Capisco gli esteti che preferiscono un gioco più bello e spettacolare, senza fare polemica, sento parlare bene di tanti tecnici che fanno giocare bene le loro squadre, ma non tirano mai in porta. Il bel calcio forse è quello che si vede in alcune gare di Premiere League, perché le squadre si affrontano a viso aperto, per fare gol, a grande velocità. Il merito di questa classifica è dell'allenatore e dei giocatori che hanno accettato la sua filosofia e stanno giocando da squadra, con la solidità, la compattezza e l'orgoglio di andare a fare gol. Senza questa rabbia e voglia, probabilmente a Monza la partita finisce 1 a 1. Indiscutibilmente Allegri è l'artefice principale perché con questa squadra sta ottenendo il massimo. Questo è l'aspetto che va valutato degli allenatori, riescono a far rendere al top una rosa che ha dei limiti. La Juve, per esempio, ha avuto diversi infortuni e non ha potuto operare sul mercato come avrebbe voluto. Non dimentichiamo peraltro che due centrocampisti sono out per altri motivi”.

Nel podcast l'intervento integrale