Stefano Discreti a RBN: “Con la difesa a 4 la coppia di centrali dev'essere Bremer-Gatti. La gara con il Sassuolo porterà già grandi pressioni”

Stefano Discreti a RBN: “Con la difesa a 4 la coppia di centrali dev'essere Bremer-Gatti. La gara con il Sassuolo porterà già grandi pressioni”TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it
lunedì 8 agosto 2022, 15:32Esclusive
di Alessio Tufano

Nel corso di “Cose di Calcio” su Radio BiancoNera, è intervenuto lo scrittore e opinionista Stefano Discreti che ha commentato la sfida di ieri contro l'Atletico Madrid: “Questo genere di impegni pre campionato non li trovo mai attendibili – ha spiegato – sicuramente la squadra non ha fatto vedere nulla di buono, ma penso sia ingeneroso dare giudizi adesso. La Juve non è una candidata per il titolo, o meglio, lo sarebbe stata con un Pogba al 100% ma così credo che la società sarebbe soddisfatta anche se la squadra lottasse fino alla fine per lo Scudetto, anche senza vincerlo”. Quella vista contro gli spagnoli è comunque una Juve che ha denotato chiari problemi in difesa: “Penso che Allegri debba fare una mossa coraggiosa, se come sembra giocherà con la difesa a quattro deve avere il coraggio di tenere fuori Bonucci. La contingenza è particolare perchè questo è il suo primo anno da capitano, ma purtroppo a quattro non riesce più a tenere il passo degli avversari. In una retroguardia a tre può ancora funzionare, ma se si giocherà con il 4-3-3 la coppia titolare dovrebbe essere Bremer-Gatti. Il difensore proveniente dal Frosinone mi è apparso il più in palla dei tre, corre, aggredisce l'avversario, tenta l'anticipo, io ci punterei già dalla sfida contro il Sassuolo. Con gli emiliani sarà già una partita cruciale, perchè se non vince, la Juve poi sarà già costretta a vincere con la Roma alla terza per non ritrovarsi come l'anno scorso. Sarà una partita complicata, nella quale mi aggrapperei a Di Maria, l'unico fra i giocatori di talento in rosa che mi sembra in grado di fare da subito la differenza, mentre gli altri si dividono tra chi è infortunato come Pogba e Chiesa e chi non è ancora in forma, come Vlahovic”.