Podcast

Orsi a RBN: “Allegri ignora le voci su Thiago Motta. Vlahovic non si discute. Chiesa via? La Juve ha il sostituto”

Orsi a RBN: “Allegri ignora le voci su Thiago Motta. Vlahovic non si discute. Chiesa via? La Juve ha il sostituto”   TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Stefano Principi
venerdì 9 febbraio 2024, 10:30Podcast
di Quintiliano Giampietro

Nando Orsi (Ex Calciatore) ospite a "Fuori di Juve"

Juve al lavoro per la sfida contro l'Udinese, in programma lunedì prossimo all'Allianz Stadium. Vlahovic rischia di saltare il match per un sovraccarico muscolare, nel caso pronto Milik. Per l'altro posto in attacco si profila un ballottaggio tra Yildiz e Chiesa, quest'ultimo alle prese con il rinnovo e la possibilità di addio a fine stagione. Intanto è stato presentato alla stampa Alcaraz. Al giovane argentino Allegri potrebbe concedere qualche minuto in più, dopo l'ingresso nei minuti di recupero del Derby d'Italia. Intanto continuano le voci sul futuro del tecnico livornese e la possibilità di arrivo di Thiago Motta che piace anche al Milan. Del momento bianconero ha parlato in ESCLUSIVA a Fuori di Juve l'ex portiere Nando Orsi, ora commentatore tv.

I tifosi della Juve si dividono tra ottimisti e scettici sulla possibilità che la squadra di Allegri possa ancora vincere lo scudetto. Orsi la pensa così: ”Storicamente e come concetto la Juve non è mai rassegnata. Ha quattro punti di ritardo, una partita in meno dell'Inter. Tutto vero, ma ancora c'è tempo per recuperare lo svantaggio. I bianconeri sono inciampati contro l'Empoli e questo ha fatto aumentare il ritardo dalla vetta, ma essendoci ancora quindici partite il campionato è lungo. Certo, la squadra di Allegri ora deve infilare una serie di vittorie consecutive, ma indubbiamente anche se è difficile, il discorso scudetto secondo me resta ancora aperto. Abbiamo l'esperienza degli anni passati. Per esempio due stagioni fa l'Inter aveva 7/8 punti di vantaggio sul Milan, è incappata in un paio di situazioni sbagliate, i rossoneri hanno recuperato e alla fine hanno conquistato il titolo. La Juve quindi deve continuare a crederci, l'obiettivo iniziale era sicuramente entrare tra le prime quattro e io penso ci sia riuscita. Ora però, siccome è li davanti, deve provare fino alla fine a disturbare i nerazzurri per la corsa al titolo". 

Nel podcast l'intervento integrale